Il Civico Museo del Mare, per ricchezza di collezioni, si colloca in primo piano tra gli istituti similari esistenti in Italia e nel Mediterraneo.
Offre una documentazione del sorgere e dell’affermarsi della marineria triestina, prospettando, altresì, un inquadramento storico più ampio sull’evoluzione della nave e degli strumenti di navigazione. Ci sono anche sale dedicate a personaggi e avvenimenti particolari: tra queste la sala Marconi, dove è esposto il modello del piropanfilo Elettra da cui partì il primo messaggio telegrafico senza fili, e la sala Ressel, dedicata all’inventore dell’elica. Una sezione è dedicata alla pesca in uso nell’Adriatico, un’altra all’epoca della navigazione a propulsione meccanica.